Del come e del perché si possa mettere da parte un’opera letteraria dopo averle dato solo un’occhiata

Bottega di narrazione - Corsi di scrittura creativa

di Giulio Mozzi Tutti lo facciamo: prendiamo in mano un libro perché attirati dal nome dell’autore, dal titolo, dall’immagine di copertina, alla posizione che il libraio gli ha assegnato, eccetera; lo prendiamo in mano, diamo una scorsa alla bandella o alla quarta, lo apriamo, leggiamo qualche riga, lo mettiamo giù. Oppure non lo mettiamo giù,

Continua a leggere

Il laboratorio di scrittura “Raccontare il paesaggio / Amelia 2018” si è concluso

Si è concluso il primo laboratorio residenziale organizzato dalla Bottega di narrazione, dedicato al “Raccontare il paesaggio”, condotto da Fiammetta Palpati e Giulio Mozzi, e svoltosi ad Amelia, in Umbria, dal 14 al 21 luglio 2018. Ringraziamo le e i partecipanti per il loro entusiasmo e la loro concentrazione; i docenti ospiti Andrea Cortellessa, Sabrina

Continua a leggere

Dieci cose che se uno scrittore le fa, vanno bene; se le fa una scrittrice, no

di Giulio Mozzi 1. Nella Repubblica delle Lettere vige il maschilismo. Ci saranno tutte le eccezioni che volete, ma il dato di fatto è questo. Pertanto le scrittrici ricordino che, se mai avranno successo, la loro vita sessuale sarà indagata senza alcun rispetto. La bellezza, la qualità letteraria, la buona fattura delle loro opere non

Continua a leggere

Ma che bell’anno per la Bottega di narrazione!

di Giulio Mozzi L’annualità 2017-2018 è stata, per la Bottega di narrazione, nuova ed entusiasmante. Sono successe tante cose. [Qui il bando per l’annualità 2018-2019] [Qui il bando per le lezionia porte aperte] L’allargamento del corpo docente Il corpo docente si è allargato. Già nell’annualità precedente alla coppia storica formata da Gabriele Dadati e da

Continua a leggere

Scrivere con gli occhi: un esercizio e un suggerimento pratico

di Giulio Mozzi I testi nelle nuvole li ho cancellati io (tranquilli, poi ve li faccio vedere). Ho cancellato i testi nelle nuvole perché volevo farvi concentrare, ovviamente, su ciò che si vede. Che cosa vediamo, dunque? Vediamo che ci sono due donne, una in primo piano e una in secondo. Vediamo che la storia

Continua a leggere

Dieci sistemi sicuri per rappresentare efficacemente un personaggio assassino psicopatico

Scrittura creativa , Corsi di scrittura creativa a Milano, Bottega di narrazione

di Giulio Mozzi 1. Più o meno uno su quattro dei romanzi inediti che mi vengono proposti (su un totale di più di mille l’anno) è un romanzo che prevede la presenza di un personaggio assassino. Più o meno sette su dieci di tali romanzi prevedono che il personaggio assassino sia un personaggio assassino psicopatico.

Continua a leggere

La Bottega di narrazione a porte aperte (8-9 settembre 2018)

Bottega di narrazione a porte aperte, Scrittura creativa, Corsi di scrittura creativa a Milano

Nei giorni di sabato 8 e domenica 9 settembre 2018 le lezioni della Bottega di narrazione (vedi il bando) si svolgeranno a porte aperte. Chi vorrà assistere a qualche ora di lavoro dovrà prenotarsi scrivendo all’indirizzo bottegadinarrazione@gmail.com, e dovrà indicare la preferenza per l’orario: – sabato mattina (10.30-13), – sabato pomeriggio (14.30-17), – domenica mattina

Continua a leggere

Dieci trucchi vincenti per scrivere efficacemente una scena di sesso

Dieci trucchi vincenti per scrivere efficacemente una scena di sesso

di Giulio Mozzi 1. C’è un luogo comune: che, nei libri, le scene di sesso servano a vendere di più. Niente di più falso, oggi come oggi. Tuttavia, come scriveva Raffaele La Capria nel saggio La centralità della scopata nella narrativa italiana (in Il sentimento della letteratura, 1996), fino a tutti gli anni Sessanta questo

Continua a leggere

Precipitando a velocità accademica i fotoni rimbalzavano con coerenza…

di Cosimo Lupo [Cosimo Lupo ha scritto, un po’ durante e un po’ dopo aver frequentato la Bottega di narrazione, un romanzo il cui misteriosissimo titolo è: “ADA39” (e, no, non è il nome di un agente segreto). Ve ne propongo sei estratti, ciascuno in due versioni: il testo scritto e il testo letto. E’

Continua a leggere

In quel momento l’altro era Karlheinz Stockhausen, morto il giorno prima…

Karlheinz-Stockhausen

di Cosimo Lupo [Cosimo Lupo ha scritto, un po’ durante e un po’ dopo aver frequentato la Bottega di narrazione, un romanzo il cui misteriosissimo titolo è: ADA39. Ve ne propongo sei estratti, ciascuno in due versioni: il testo scritto e il testo letto. E’ il genere di romanzo che, oggi come oggi, gli editori

Continua a leggere

Nella centrale termoelettrica di Torrevaldaliga Nord, un elettrone….

di Cosimo Lupo [Cosimo Lupo ha scritto, un po’ durante e un po’ dopo aver frequentato la Bottega di narrazione, un romanzo il cui misteriosissimo titolo è: “ADA39” (e, no, non è il nome di un agente segreto). Ve ne proporrò sei estratti, ciascuno in due versioni: il testo scritto e il testo letto. E’

Continua a leggere

“Eravamo tutti vivi”, di Claudia Grendene

bottega di narrazione

Eravamo tutti vivi, il primo romanzo di Claudia Grendene – già allieva, e ora docente nella Bottega di narrazione – è stato pubblicato presso l’editore Marsilio. Questa è la registrazione della presentazione avvenuta il 14 marzo 2018, a Castelfranco Veneto, presso la Libreria Ubik governata da Clara Santangelo. Al fianco di Claudia Grendene, Giulio Mozzi.

Continua a leggere

“Fantasmi e fughe”: un libro in omaggio

Dalle parti di Finale Emilia

di Giulio Mozzi Uno scrittore viaggia a piedi per mezza Italia, nell’estate più calda del secolo. Incontra persone, osserva luoghi, sta giorni interi senza parlare con nessuno, vive piccole avventure di inospitalità. Poi torna a casa e racconta la piattezza dell’Emilia, l’orrore della circonvallazione di Bologna, l’interminabilità della costa marchigiana. E, curiosamente, dal racconto di

Continua a leggere

Fermo-paesaggio: un gioco-concorso serio (e facile) (con premi) (non costa niente)

di Fiammetta Palpati e Giulio Mozzi Il gioco è facile davvero. Vi chiediamo di mandarci una vostra fotografia di paesaggio (una!, ci raccomandiamo, non dodici dozzine di dozzine di fotografie!), possibilmente una di quelle fotografie che si fanno po’ al volo, senza stare tanto a pensarci, perché qualcosa colpisce e – senza nessuna intenzione o

Continua a leggere

Esperimenti di esplorazione e sguardi sul paesaggio

Buzz Aldrin, missione Apollo 11

Nel sito dedicato al laboratorio Raccontare il paesaggio stiamo pubblicando due rubriche: – una, a cura di Giulio Mozzi, dedicata agli Esercizi per l’esplorazione del paesaggio: nella quale si parla di descrizioni (ovviamente), di sovrapposizioni, di mappe, di linearità/sinteticità, di confini, di sorpese, di ambient music, e chi più ne ha più ne metta; –

Continua a leggere
3 commenti

Dieci stratagemmi per frequentare un corso di scrittura con vantaggio e senza troppi danni

di giuliomozzi 1. Ricordate che un corso è un corso, non è una competizione. Non è importante fare bella figura difronte alla docente o al docente; è importante portarsi a casa cose utili. I compagni di corso e le compagne di corso sono appunto compagni e compagne, non concorrenti, e tanto meno nemici. 2. Se

Continua a leggere

Un laboratorio di scrittura del paesaggio: Amelia, 14-21 luglio 2018

Fotografia di Pasquale Comegna

Raccontare il paesaggio è un laboratorio di scrittura creativa dedicato alla narrazione dei luoghi e dei paesaggi, un tema intorno al quale negli ultimi decenni si sono raccolte una riflessione teorica multidisciplinare e una interessante produzione artistica. Il laboratorio si svolgerà nella settimana dal 14 al 21 luglio 2018, ad Amelia, tra le colline della

Continua a leggere