Categoria: Come sono fatti certi libri

Dieci copertine di libri semplicemente meravigliose

Gaia Servadio, Melinda (titolo italiano: Tanto gentile e tanto onesta)

di Giulio Mozzi direttore della Bottega di narrazione Non pretendo che queste siano le dieci migliori copertine della storia dell’editoria italiana. La scelta è sostanzialmente affettiva. Se avete proposte, usate lo spazio dei commenti. Grazie. (Ah: la copertina sopra il titolo è spagnola. Il romanzo di Gaia Servadio in italiano, cioè in origine, s’intitola: Tanto

Continua a leggere

La vera vita del pittore che non esistette mai

Jusep Torres Campalans, Max Aub, Bottega di narrazione, Scrittura creativa, Creative writing

di giuliomozzi direttore della Bottega di narrazione Nella Teoria degli apocrifi di Sabino Ordás, l’immaginario maestro di Léon [Castiglia] che Luis Mateo Díez, Juan Pedro Aparicio e José María Merino hanno inventato alla fine degli anni Settanta, è esposto un approccio molto utile alla creazione di imposture. Rispetto ad altre manifestazioni letterarie che si conformano

Continua a leggere

Come sono fatti certi libri: “Fratelli d’Italia”, di Alberto Arbasino

Bottega di narrazione, Scrittura creativa, Creative writing, Scuola di scrittura, Corsi di scrittura

di giuliomozzi Fratelli d’Italia, romanzo di Alberto Arbasino, ha avuto fondamentalmente tre edizioni. (Quelle qui sopra, invece, sono le Sorelle Bandiera: ma non è di loro che ci occuperemo) La prima edizione Feltrinelli reca in sovracoperta, come di consuetudine per la collana, una fotografia dell’autore. La prima edizione tascabile (modificata nell’ultimo capitolo) reca l’immagine stilizzata,

Continua a leggere